Luna di seta

Proveniente dall’Antico Oriente, la terra del Reiki, del Gua Sha, dei massaggi Tibetani e dello Shiatsu, la seta è il tessuto perfetto per la cura del nostro corpo, in una visione della sostenibilità che parte dalla coltivazione dei bachi per arrivare ad accarezzare la nostra pelle.

La seta è la fibra sostenibile per eccellenza, parte di un circolo virtuoso che tocca l’ambiente, l’economia e il benessere delle persone.

Un percorso lungo e lineare, come il filo che nasce dai bachi, che si nutrono di foglie di gelso.
Le piantagioni di gelso contribuiscono ad innalzare il livello di biodiversità dell’ecosistema e permettono uno sfruttamento rispettoso del territorio, perché non utilizzano quantità eccessive di acqua e perché l’impatto delle emissioni nell’atmosfera è bassissimo. Poiché sono la fonte di nutrimento dei bachi, le piante di gelso non possono essere irrorate da fertilizzanti o pesticidi, perché i bachi verrebbero decimati.
La fibra mantiene così la sua naturalità lungo tutto il percorso produttivo: è per questo che non rilascia sostanze inquinanti ed evita il problema dell’inquinamento derivato dalle microfibre plastiche contenute nei tessuti sintetici.

La seta è riutilizzabile e riciclabile al 100%, ma se proprio dobbiamo salutare quel capo che non possiamo più indossare possiamo farlo a cuor leggero: essendo la combinazione di due proteine naturali, non lascia residui nell’ambiente, che continuerà ad alimentare nuove piante di gelso.

La coltura dei bachi da seta richiede un atteggiamento rispettoso dei tempi della natura e delle relazioni con il territorio; una necessità, che è in realtà la più importante virtù di questo tessuto incredibile.

Tanto che è il primo esempio di agroecologia che la FAO ha indicato all’interno della propria Agenda 2030.

Per completare il circolo virtuoso di questo filato, in Luna di Seta produciamo solo quantità ponderate di capi e utilizziamo la tecnologia più innovativa per vestire di colori le trame leggere della seta, riducendo qualsiasi spreco.

Un approccio sostenibile al prodotto, a cui si affiancano le naturali proprietà della seta.

Su tutte spiccano quelle lenitive e rinfrescanti: il trattamento naturale di questo tessuto la rende un delicato e piacevole abbraccio per il nostro corpo, rilassante anche in presenza di fastidiose irritazioni. La seta è inoltre naturalmente ipoallergenica: un materiale in grado di respingere tutti gli agenti esterni che possono provocare allergie.
Infine, uno dei benefici meno conosciuti della seta è la sua capacità di assorbire l’umidità della pelle, riducendo la disidratazione della cute e prevenendo così irritazioni dovute alla sua secchezza.

È per questi motivi che abbiamo scelto la seta per la produzione dei nostri capi: per realizzare dei prodotti che siano un piacere da indossare, prima ancora che da vedere.
Perché crediamo che la scelta di un capo sia, prima di tutto, un gesto di benessere, in intima connessione con la Natura.

Scopri tutta la nostra nuova collezione.