Luna di seta

I colori delicati dell’alba scivolano sulla pelle in sfumature impalpabili: il fruscio della seta si fonde con la voce del mare, stampe floreali svelano la bellezza nascosta dei segreti di una città. Le immagini della campagna stampa della nuova collezione sono state scattate principalmente a Venezia, crocevia commerciale storico per la seta e città in cui la magia si respira con il profumo della salsedine.

Suggestioni lontane prendono vita in una collezione articolata di capi dalla qualità impeccabile: pigiami, sottovesti, top… Capi che non sono più solo per la notte ma reclamano la luce del giorno, diventano strumenti di un racconto delicato e prezioso.

La palette cromatica omaggia le albe tinte di rosa che si riflettono sui colori tenuti dei palazzi: marmi rosati, con venature grigio-azzurre che sembrano pennellate di luce sui capi della collezione.

Dal rosa del pigiama classico alle geometrie nitide di stampe sofisticate, che omaggiano marmi che sembrano merletti, la collezione acquista una tridimensionalità fluida che accarezza la pelle e la illumina.

Una ghirlanda di fiori e foglie, dai colori acquerellati, decora un kimono leggero disegnando un intreccio delicato.

Il pizzo chantilly di chemise e sottovesti è abbinato alla freschezza di un punto di verde dal sapore orientale: una sfumatura giada che omaggia il coté orientale della città e la lunga tradizione di commerci preziosi con il lontano Oriente.

I fiori di lillà sono il tratto creativo di una capsula fresca e briosa: un caftano e un abito lungo, perfetti in casa come in giardino.
Capi curati in ogni dettaglio, un savoir faire coltivato con amore e impegno, che si tramanda come i segreti di famiglia, per celebrare un’arte che nasce lontano e non conosce confini.

E’ l’arte della seta, che affonda le proprie radici nella connessione profonda con la natura.
Nasce così questa collezione fatta di magia, che pone l’accento sulla luce, per vestire di riflessi cangianti le giornate della primavera alle porte.